- Redazione

Riceviamo e pubblichiamo:

Cesenatico. È stato un convoglio di Harley Davidson dei Membri del Chapter di Ravenna ad aver portato la Fiamma dell’Amicizia da Ravenna fino al Municipio di Cesenatico dove la delegazione è stata accolta dalle autorià cittadineSul suo Tour mondiale, la Fiamma dell’Amicizia a fatto scalo a Cesenatico domenica 24 luglio alle 15.00 con la presenza delle autorità di Sierre, città gemellata in Svizzera

Cesenatico – Visita istituzionale domenica in occasione del passaggio della Fiamma dell’Amicizia. Dopo la Francia, Svizzera, Germania, Austria, Slovacchia, Ungheria, Croazia e Slovenia la Fiamma dell’Amicizia traversa da venerdì il territorio italiano e a fatto scalo ai Cesenatico, dove è stata accolta dal Sindaco Matteo Gozzoli.

Nella circonstanza è stato consegnato alla città di Cesenatico, la Targa d’Onore ufficiale del Tour della Fiamma dell’Amicizia, dal Presidente  dell’Organizzazione Internazionale World Day of Knights, il Barone Kleiner de Grasse e l’invito ufficiale a partecipare alle celebrazioni del Memorial Day World Day of Knights il 20 settembre prossimo a Grasse (Francia), giornata internazionale dell’Amicizia e della Riconciliazioni tra popoli e culture. Ad avere accompagnato la tappa a Cesenatico c’era anche il Vice Presidente Olivier Salamin di Sierre città gemellata con Cesenatico, che ha fatto il viaggio dalla Svizzera per l’occasione. Dopo la parte istituzionale in Municipio la delegazione a  visitato il Museo della Marineria ed il centro storico di Cesenatico.

 

Un tour mondiale all’insegna dell’amicizia e della solidarietà, una fiamma per unire popoli e culture diverse

Nel suo discorso il Barone Kleiner de Grasse a fatto cenno che “Nel mezzo di questi disastri e perdizione dei nostri punti di riferimenti, (…) la Fiamma dell’Amicizia indossa il nobile compito di unire tutti coloro che portano in essi la speranza e il desiderio di un mondo migliore di cui i pilastri sono la concordia ed il vivere meglio insieme, l’intesa ed il rispetto reciproco. La Fiamma dell’Amicizia è la risposta pacifica alla barbarie ed alle dottrine demoniache inflitte sulle nostre terre, lo scudo nella battaglia per un mondo migliore e la spada affilata contro la concatenazione dei valori umani. (…)  perché l’avvenire dell’umanità può solo essere costruito sù dei processi di intesa e di pace. Dobbiamo essere consapevoli del nostro impegno e la nostra responsabilità verso la generazione di domani, non abbiamo il diritto di lasciare ai nostri figli un cimitero dei valori umani”.

Partita ufficialmente dal Senato della Repubblica francese di Parigi lo scorso 24 aprile, la Fiamma dell’Amicizia percorre il mondo, coinvolgendo 112 nazioni ed oltre 2000 città e metropoli in questa azione planetaria fino in 2019. Perennemente trasmessa da milioni di persone, portata di città in città, attraversando paesi e continenti, accolta ufficialmente dalle autorità delle grandi città e metropoli, coinvolgendo pubblico, associazioni di ogni genere, motociclisti, club sportivi, scuole ed università, la Fiamma dell’Amicizia battezzata ETERNAL FLAME edifica ponti tra popoli e culture e, superando le distanze, unisce nel nome dell’amicizia e del vivere secondo una comune ispirazione creando un’immensa catena umana al nome dell’amicizia universale.