- Redazione

Cesena. Dopo l’ultimo Consiglio Comunale in cui si è votato il piano di mandato del Sindaco, e il Movimento 5 Stelle insieme alle opposizioni è rientrato dopo circa tre mesi di assenza in consiglio, assenza dettata da una protesta del Movimento e delle opposizioni; il M5S annuncia che nel piano vi è inserita anche una idea del M5S la Commissione Trasparenza. “Una Commissione che è prevista dalle norme per gli enti locali ma che il Comune di Cesena non aveva mai fatto partire. Una Commissione che vedrà la luce entro Aprile grazie alla pressione che il Movimento 5 Stelle di Cesena ha esercitato sul Sindaco e sul Consiglio comunale. Pressione che ha portato ad un incontro con il Sindaco nel quale il Movimento 5 Stelle ha posto come condizione imprescindibile per il rientro il Consiglio Comunale, dopo la protesta dell’Aventino, la costituzione della Commissione di garanzia e controllo, oltre ad una ridefinizione dei criteri di partecipazione dei cittadini alla vita politica della Città, a partire dai quartieri.
Il Sindaco darà quindi alla Città uno strumento di garanzia e controllo che riteniamo importante, tanto importante da farne nascere un’apposita Commissione consiliare, la 5a.” Scrive in un comunicato il Movimento e aggiunge “Una Commissione che per poter operare correttamente e nell’interesse dei cesenati dovrà avere tra i suoi poteri quelli di:
• Controllo dell’attività Politico-Amministrativa al fine di garantire e vigilare sul corretto svolgimento dell’attività amministrativa di Enti ed Aziende controllate o partecipate dal Comune di Cesena,
• verifica dello stato di attuazione delle linee programmatiche e di mandato amministrativo,
• verifica dello stato di attuazione dei programmi e degli obiettivi previsti nel PEG (Piano Esecutivo Gestione), Controllo dell’attuazione di ulteriori indirizzi dati dal Consiglio Comunale, con ordini del giorno e mozioni, con lo scopo di coadiuvare la maggioranza nello sviluppare e portare a termine gli impegni assunti e verificare l’attuazione degli indirizzi di Giunta,
• verifica dello stato di attuazione di convenzioni e accordi programmatici eventualmente stipulati
• svolgere analisi e studi su ogni altra questione di particolare rilevanza convocando in audizione sindaco, giunta, dirigenti, dipendenti e gli amministratori di tutte le società partecipate,
fino ad istituire al proprio interno eventuali apposite commissioni di indagine sull’attività dell’amministrazione.
Un ottimo risultato che ripaga gli sforzi di questi ultimi mesi del Movimento 5 stelle di Cesena per riportare trasparenza, etica e partecipazione quali valori trainanti di questa Città, a favore dei suoi concittadini.
Speriamo che il Sindaco, la Giunta e il Partito di maggioranza abbiano compreso che le forze di opposizione possono essere una risorsa per questa Città e non solo un fastidioso ostacolo da abbattere in una continua delegittimazione.”