- Redazione

Anche quest’anno si svolgerà la Settimana Regionale della protezione civile e della prevenzione dei rischi, che ha l’obiettivo di mettere al centro dell’attenzione pubblica la sicurezza del territorio e la prevenzione dei rischi. L’iniziativa istituita nel 2013 dall’Assemblea legislativa della regione Emilia Romagna si svolge ogni anno nel mese di maggio, per ricordare simbolicamente la ricorrenza del sisma del 2012  avvenuto proprio nello stesso periodo.

Come ogni anno Cervia si è attivata per partecipare a questo importante momento e il Servizio di Protezione Civile del comune insieme all’ Associazione di volontari protezione civile L.A.N.C.E. C.B. Cervia ha organizzato diversi eventi, coinvolgendo i dipendenti pubblici,  i cittadini e in particolare le scuole

Queste le iniziative in programma.

Il 18 maggio giornate di formazione sulla protezione civile e sui rischi del territorio presso il plesso scolastico A. Manzi di Tagliata di Cervia con supervisione della prova pratica di evacuazione dell’edificio e la partecipazione di addetti al servizio A.I.B. – Avvistamento Incendi Boschivi  e unità cinofile addestrate alla ricerca di dispersi.

Il 22 maggio incontro pubblico di informazione sulla protezione civile e in particolare sui nuovi portali web della protezione civile comunale e regionale e sull’ordinanza sindacale per la salvaguardia della pubblica incolumità, presso la sala XXV Aprile a Cervia.

Il 25 maggio prove di evacuazione in  edifici pubblici, sensibili (scuola di infanzia Zona Amati) e strategici (palazzina Uffici tecnici p.zza XXV Aprile).

Il 31 maggio visita al Centro Operativo comunale – C.O.C. di Montegallo – AP con gli alunni della scuola A. Manzi di tagliata e giornata di formazione in loco sui rischi del territorio, con particolare riferimento al terremoto che ha recentemente colpito la cittadina marchigiana.

L’assessore alla Protezione civile Gianni Grandu ha dichiarato: <<Cervia anche quest’anno partecipa alla Settimana Regionale. Diverse sono le iniziative di sensibilizzazione e informazione per non abbassare mai la guardia su questi temi con la consapevolezza che “tutti siamo protezione civile” e un gesto fatto bene può salvare la vita. Non dobbiamo mai dimenticare che l’informazione e la formazione in “tempi di tranquillità” sono indispensabili a evitare o a ridurre al minimo la possibilità che si verifichino danni conseguenti agli eventi in situazioni di emergenza. In particolare l’attenzione è rivolta alle scuole con giornate di formazione, sensibilizzazione e prove pratiche.>>.