- Redazione

Cervia. Dall’8 al 10 agosto torna sulla spiaggia di Cervia il World Master di Sculture di Sabbia: un evento unico, che ospita i più importanti Sand Sculpturs. Giovedì sera la proclamazione del vincitore. Le opere resteranno esposte fino ad ottobre.

L’arte e la fantasia della sabbia sono tornate a Cervia per un’edizione ancora più affascinante. Come già nelle passate stagioni, infatti, a partire da giugno sono state realizzate delle opere che hanno rappresentato una sorta di anteprima del World Master. “Aspettando il Mondiale” è infatti il titolo di questa manifestazione, nella quale gli scultori protagonisti delle passate edizioni si sono ritrovati a Cervia per realizzare un “biglietto da visita” del Master 2017. Queste sculture rimangono in esposizione e faranno da “cornice” alle sculture degli artisti partecipanti al Campionato del Mondo che, come da tradizione, si svolge in questi giorni.

Quello con l’arte della sabbia è oramai un appuntamento classico.
Giunto alla 20° edizione richiama sulla spiaggia di Cervia i più importanti “Sand Sculpturs”, alcuni dei quali sono diventati dei veri e propri “personaggi” riconosciuti dal pubblico.

Organizzato da Arte & Sabbia, la società cervese ideatrice della manifestazione, l’appuntamento è ospitato, come sempre, nel Beach Stadium sulla spiaggia libera di Cervia ed è una vera e propria competizione d’arte. Gli artisti che si ritrovano a Cervia si sfidano in una vera e propria competizione. Hanno iniziato il loro lavoro la mattina dell’8 agosto. Le premiazioni ci saranno la sera del 10 agosto alle ore 21.00, prima del tradizionale spettacolo dei fuochi artificiali di San Lorenzo.
Le opere saranno giudicate come sempre dal pubblico e si andranno ad aggiungere a quelle realizzate in giugno creando così un museo di sabbia visitabile fino ad ottobre. L’ingresso è aperto a tutti ad offerta libera.

Quella della sabbia è un’arte antichissima. Nasce in oriente alcuni secoli fa come arte sacra, poi negli anni diventa sempre più forma artistica indipendente fino a diventare un vero e proprio campo di sfida tra scultori. In Italia, a Cervia, si organizza tutti gli anni il World Master. La gara, perché di vera e propria competizione si tratta, vede il confronto tra le migliori coppie di scultori. I team, scelti dall’organizzazione sulla base delle richieste e dei curriculum inviati dagli scultori, realizzano la loro opera lavorando 3 giorni 8 ore al giorno. I metodi di lavorazione devono rispettare i canoni internazionali secondo i quali la sabbia deve essere impastata solo con l’acqua e non può avere al suo interno nessun supporto rigido. Per ogni scultura , che può superare i 4 metri di altezza, vengono utilizzate circa 6 tonnellate di sabbia e 18 tonnellate di acqua. La sabbia viene bagnata e compattata a mano con dei pestelli in metallo. Solo a lavoro ultimato è consentito spruzzare sulla scultura una soluzione di acqua e colla che crea una pellicola impermeabile che mantiene la sabbia umida e compatta.