- Redazione

Forlì. Prende il via sabato 14 ottobre con l’evento “Un amore impossibile: Pasolini e Maria Callas” concerto di musiche di Mozart, Donizzetti e Puccini eseguite dai maestri Filippo Pantieri, Margherite Pieri, soprano, Davide Cavalli, pianoforte, al circolo della Scranna ore 21 il primo appuntamento della Diciasettesima edizione del Festival L’Occidente nel Labirinto promosso dal circolo Acli “Lamberto Valli” di Forlì con il patrocinio del Comune di Forlì, della Fondazione della Cassa dei Risparmi di Forlì e di Romagna Acque e i partner culturali rappresentati dalle Acli di Forlì-Cesena, Ravaldino in Musica, Liceo Artistico e Musicale di Forlì, Istituto di ricerche e studi sull’educazione e la famiglia, Liceo Classico Statale G. B. Morgagni, Istituto Comprensivo Valle del Montone, Mfe Sezione di Forlì, Associazione nazionale ex-parlamentari della Repubblica, Ami Sezione di Forlì, Associazione culturale Angiolino Mini, Associazione Luciano Lama, Istituto di studi sul federalismo e l’unità europea Paride Baccarini.

Le date della sezione cinema che si terranno sempre nella sala multimediale San Luigi alle ore 20.30 sono mercoledì 18 ottobre 2017 con il film Accattone, mercoledì 25 ottobre con Mamma Roma, martedì 31 ottobre con Uccellacci e Uccellini e mercoledì 15 novembre con La Macchinazione. Forniranno il loro contributo di commenti: Nello Coppi, Paolo Pagliarani, Miro Gori, David Grieco, Giacomo Manzoli e Pietro Caruso.

Per la sezione idee si terranno i dibattiti L’Ethos della democrazia nell’età delle disuguaglianze con Marco Marzano, docente all’università degli studi di Bergamo e Valter Bielli, presidente dell’Associazione Luciano Lama nel salone comunale venerdì 20 ottobre alle 20.45; venerdì 10 novembre nella chiesa di Sant’Antonio Abate in Ravaldino dibattito su La coscienza dei cristiani moderni e i significati della riforma di Lutero; sabato 25 novembre alle 17 nel salone comunale il confronto sul tema Alle radici del populismo: l’effetto Pasolini con Rocco Ronchi, docente all’università degli studi dell’Aquila e Pietro Caruso, giornalista e saggista. Venerdì 15 dicembre alle 20.45 nel salone comunale Etica del paesaggio e patrimonio della cultura con Salvatore Settis, storico dell’arte, Roberto Balzani presidente dell’Istituto Regionale dei Beni Culturali, Tonino Bernabè presidente di Romagna Acque. Infine sabato 16 dicembre alle 10.30 nella sala Icaro l’evento legato alla presentazione dei saggi sui temi cinematografici di Pasolini sviluppati nei licei di Forlì con la partecipazione di Roberto Chiesi, Responsabile del Centro studi Pier Paolo Pasolini, Valter Bielli per l’Associazione ex-parlamentari e Stefano Versari, direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Emilia-Romagna.

Gli altri due eventi musicali saranno sabato 18 novembre con l’Ensemble Antiqua Metropoli nella Chiesa di Sant’Antonio in Ravaldino alle 20.45 e al circolo della Scranna il 6 dicembre alle 20.45 a cura degli studenti del Liceo Artistico e Musicale di Forlì.

La sezione teatro prevede il 16 novembre nella sala Melozzo, alle 20.45, il recital poetico di Cesare Pomarici dal titolo “Umile e sporca, confusa e immensa. La scoperta della periferia romana nella poesia di Pasolini” e mercoledì 20 dicembre sempre in Melozzo lo spettacolo curato dai bambini e dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo Valle del Montone “Pier Paolo Pasolini e avrà il nome di Speranza” con inizio alle 20.45.

Tutti gli eventi del Festival sono gratuiti.

Grato per l’attenzione e annunciandovi brevi comunicati per ogni evento in programmazione vi formulo i miei migliori saluti.

Pietro Caruso responsabile Comunicazione Festival L’Occidente nel Labirinto

www,aclivalli.it