- Redazione

L’Amata Brancaleone è un gruppo informale di cittadini attivi che, attraverso un patto di collaborazione per la cura dei beni comuni, si impegna per la promozione e la valorizzazione del parco Rocca Brancaleone organizzando, in collaborazione con il Comune di Ravenna, eventi ludici, culturali, sportivi e rievocazioni storiche.

Nel 2016, per il primo anniversario della scomparsa di Enrico Liverani, Amata Brancaleone ha installato un’opera d’arte realizzata dagli studenti del corso di scultura del liceo artistico Nervi Severini. Ora, per il secondo anniversario, Amata Brancaleone ha ideato un nuovo appuntamento per ricordare Enrico Liverani.

L’evento si aprirà alle 10 con il lavoro e la passione degli studenti della classe 5°A dell’istituto tecnico agrario “L. Perdisa” di Ravenna, già impegnati nella catalogazione e classificazione delle piante e degli alberi del parco. Accompagnati dalla direttrice didattica Maria d’Esposito e dai docenti Moreno Raggi e Giuseppe Tarcisio Nardella, i ragazzi realizzeranno un’aiuola fiorita in memoria di Enrico Liverani intorno all’opera artistica che lo ricorda, realizzata dal liceo artistico “Nervi-Severini”, che sarà presente all’incontro con gli alunni della classe 1°C.

Alle 11 il gruppo Vivavoce, con Soheila Soflai Sohee, operatrice della cooperativa sociale Società Dolce, leggerà “La maratona di Amadou”: brevi riflessioni sul racconto del viaggio di Amadou Cisse, che sarà presente insieme alle ragazze ospiti delle case di accoglienza gestite da Società Dolce per il Comune di Ravenna. L’evento prosegue alle 12 con una visita guidata del parco a cura di Serena Simoni, docente di Storia dell’Arte del Liceo Artistico “Nervi-Severini”.

All’evento parteciperanno e interverranno gli assessori Valentina Morigi, Roberto Fagnani, Gianandrea Baroncini, Rossella Liverani, madre di Enrico e presidente dell’associazione “Con Enrico nel cuore”; Mauro Maraldi, presidente del consiglio territoriale Centro urbano; Raffaele Iosa, segretario del circolo D’Attorre.