- Redazione

Rimini. Con le tre nuove sedi approvate ieri dalla Giunta del Comune di Rimini arrivano ad otto le sedi individuate per la celebrazione di matrimoni ed unioni civili a Rimini. Le tre novità sono rappresentate da castel Sismondo, teatro Galli e Grand Hotel, che si aggiungono alle precedenti in cui già da tempo è possibile la celebrazione dei matrimoni e delle unioni civili, ovvero; gli uffici dell’anagrafe in Via Marzabotto n. 25, la Sala della Giunta nella Residenza Municipale di piazza Cavour, la “Palazzina Roma” di Piazzale Fellini 3, la sala del Giudizio o il Lapidario romano al Museo della Città di via Tonini, la Casa dei matrimoni di Piazzale Boscovich.

Si amplia in quantità e qualità una disponibilità che consentirà di venir incontro alle richieste che, numerose, giungono sia da parte delle coppie residenti che provenienti da altri comuni o addirittura dall’estero. L’individuazione delle ulteriori sedi è collegato al progetto “Wedding Destination”, curato dal Comune di Rimini e coordinato da Rimini Reservation, che ha l’obiettivo di fare di Rimini una meta matrimoniale competitiva a livello nazionale ed internazionale grazie alla riappropriazione di alcuni spazi identitari. Un progetto anche di destinazione turistica di nicchia in grado di intercettazione dei flussi di incoming nazionali ed internazionali, generati dal progetto, dovrà rapportarsi direttamente con gli sposi ed è pertanto il soggetto più idoneo a gestire anche la fase organizzativa istituzionale e precisamente:

Con queste nuove e prestigiose sedi si va dunque ad ampliare le possibilità per chi sceglie, e sono tanti anche dall’estero, di celebrare nella città di Rimini il proprio matrimonio. Si tratta di spazi unici per la loro storia, il valore culturale e le suggestioni che sono in grado di evocare. Un ampliamento coerente con il progetto di Rimini come “Wedding Destination” capace di creare, con la promozione del territorio, opportunità anche economiche importanti trasformando l’attrattività di Rimini, le sue bellezze in altrettante occasioni per chi vorrà coronare con il matrimonio il proprio sogno d’amore, anche dall’estero.