- Redazione

Ravenna. Due splendide giornate di sole, circa 160 atleti provenienti da tutta la regione, una medaglia d’oro e due d’argento oltre a tanti ottimi piazzamenti. La nuova struttura di arrampicata di Marina di Ravenna non poteva avere un battesimo migliore, ad un anno esatto di distanza dalle note vicissitudine che ne hanno comportato lo spostamento da Viale delle Nazioni alla nuova area sportiva di Via del Marchesato, ubicata davanti al parcheggio del “navetto mare” e al distretto centro settentrionale di Eni. Un’area dalle enormi potenzialità che ha visto ieri, tra gli altri, la visita dell’assessore allo sport Roberto Fagnani, accompagnato da Lorenzo Margotti, nonché la presenza di personalità di spicco del mondo dei climbers quali il presidente federale Ariano Amici ed il preparatore atletico della nazionale italiana di arrampicata sportiva Corrado Riva.

Nella due giorni di gare sabato 21 ha trionfato, nella categoria U16M, la nuova stella ravennate Andrea Lidonnici che riscatta la opaca prestazione della precedente gara lead e conquista, a mani basse, una importantissima medaglia d’oro, mettendo così una seria ipoteca sulla conquista del titolo regionale assoluto di categoria. Sempre sabato pomeriggio emozioni a raffica nella categoria U18M dove il ravennate Filippo Maresi ed il faentino Giovanni Placci si sono sfidati fino allo stremo delle forze in una superfinale di spareggio, avendo terminato i turni canonici in perfetta parità ed onorando al meglio il lavoro di tracciatura delle vie fatto da Cristiano Mechelli e Salvatore Murolo. Alla fine l’ha spuntata il fortissimo atleta faentino con Filippo Maresi ad un passo dalla vittoria e che porta comunque a casa un eccellente secondo posto. A completare la giornata sportiva di sabato vanno ricordati i piazzamenti di Francesca Vasi che si ferma ad un soffio dal podio nella categoria U18F (quarto posto), il quinto posto di Elisabetta Siboni nella categoria U16F, il decimo posto di Giulia Baldi nella categoria U18F, e l’undicesima posizione per Elena Allegri e Nicola Grilli rispettivamente nelle categorie U16F e U16M.

Nella giornata di domenica invece sono scesi in campo i più piccoli ovvero gli atleti delle categorie U10, 12 e 14. Il miglior risultato per il sodalizio ravennate è arrivato ancora una volta da Caterina Pazzaglia tradita solo dal cronometro in una superfinale di spareggio al cardiopalma; alla fine secondo posto e meritatissima medaglia d’argento. Ottime prestazioni e qualche rimpianto per Ludovico Borghi e Giulia Asirelli  entrambi quarti e dunque ad un soffio dal podio rispettivamente nelle categorie U14M e U14F. In quest’ultima categoria pieno di piazzamenti per gli atleti di casa con Sara Arcozzi sesta, Ginevra Tomasin ottava, Sofia Gavelli undicesima, Michela Guerra tredicesima, Emma Borazio quattordicesima, Elena Marendon sedicesima e Linda suzzi ventesima. Altri risultati da ricordare sono il decimo posto di Edoardo Scalet (U14M), il diciottesimo posto di Michele Lidonnici (U12M), il dodicesimo posto di Anita Fort (U12F), i piazzamenti di Lorenzo Casadio, Teodor Gabureanu e Lorenzo Babini nono, dodicesimo e tredicesimo nella categoria U10M ed infine l’ottimo esordio di Ocean Cunin, sesta nella categoria U10F seguita, sempre nella stessa categoria, dai compagni di squadra Diana Migliaccio undicesima e Maia Stecchi diciottesima.

Archiviata la due giorni agonistica ora la nuova struttura di Marina di Ravenna tornerà per qualche giorno nelle mani di Gianluca Tognacci, che ha sapientemente coordinato tutto il lavoro di ripristino e di riassetto svolto nel corso dell’ultimo anno, per la messa a punto degli ultimi dettagli in vista dell’open day aperto a tutta la cittadinanza che è previsto per la fine di maggio.