- Redazione

Forlì. Il prossimo appuntamento del Gaddi Festival 2018, rassegna d’incontri legati alla valorizzazione del patrimonio storico-musicale della città di Forlì, e del Museo Romagnolo del Teatro di Palazzo Gaddi, s’intitola “L’armadio della musica 2.0. Puccini nella biblioteca musicale di Maria Farneti”, e costituisce una seconda occasione per tornare ad esplorare lo storico mobile contenente gli spartiti musicali appartenuti al soprano forlivese Maria Farneti. L’incontro avrà luogo Domenica 6 Maggio, alle ore 16, presso il Museo Romagnolo del Teatro di Palazzo Gaddi, in Corso Garibaldi, 96, e proseguirà presso la Sala Sangiorgi dell’Istituto Musicale “Angelo Masini”. L’ingresso è libero.

Maria Farneti (1877-1955), figura fondamentale nella storia dell’opera lirica italiana del ‘900, fu un soprano di grande talento e successo internazionale. Legò la sua fama al repertorio liberty e verista, di cui fu una delle massime espressioni vocali ed interpretative. Se la scorsa edizione del Festival ha portato all’attenzione il suo rapporto con Pietro Mascagni, quest’anno sarà la volta del più celebre compositore italiano dell’epoca, ovvero Giacomo Puccini. L’armadio degli spartiti verrà simbolicamente riaperto per esplorare i rapporti professionali che la Farneti intrattenne con il celebre compositore lucchese. A raccontarli sarà la studiosa Roberta Paganelli, autrice del libro “Maria Farneti nel cielo di Puccini e Mascagni”, che illustrerà attraverso i documenti storici la grande stima del maestro nei confronti dell’interprete. A seguire una chiacchierata con il maestro Giovanni Bartoli, direttore d’orchestra ed ex direttore del Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena, ci introdurrà nello straordinario mondo del teatro musicale pucciniano, ricreando una vera e propria una prova di sala su di un’aria del repertorio della Farneti, momento fondamentale per lo sviluppo dell’intesa artistica tra direttore e cantante in qualunque produzione lirica. Il soprano Monica Boschetti, accompagnata al pianoforte da Pia Zanca, darà infatti voce ad un ricco concerto di arie pucciniane. Tra queste una particolarità: alcuni segni di studio e annotazioni autografe ritrovati in uno degli spartiti della Farneti saranno oggetto di dibattito.

Durante il pomeriggio una copia del volume di Roberta Paganelli, “Maria Farneti nel cielo di Puccini e Mascagni”, ed altri testi inerenti al tema trattato, verranno regalati ai partecipanti attraverso un sorteggio. L’iniziativa ha lo scopo di favorire simbolicamente la divulgazione dei temi culturali promossi dal Festival, offrendo al pubblico un’ulteriore opportunità di approfondimento della ricca storia della musica e dello spettacolo legata al nostro territorio.

Il Gaddi Festival 2018, a cura del raggruppamento ForlìMusica, è reso possibile grazie alla collaborazione con il Comune di Forlì, i Lions Clubs Forlì Host, Forlì-Cesena Terre di Romagna, Forlì Valle del Bidente, Forlì Giovanni de’ Medici, il Leo Club di Forlì, la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e l’Istituto Musicale “Angelo Masini”, la Biblioteca Comunale “A. Saffi” di Forlì – unità fondi antichi, manoscritti e raccolte Piancastelli, l’IBACN della Regione Emilia-Romagna.