- Redazione

Il cappelletto di Ravenna e di Romagna è una delizia che si gusta fra le mura domestiche o al ristorante, preferibilmente in brodo e soprattutto nelle occasioni speciali. Con gli anni si è affermato anche il cappelletto come “minestra” asciutta, condito con ragù di carne o altri sughi. I puristi ne discutono, ma il grande successo della formula è conclamato. Ravenna propone oggi un altro passo per la valorizzazione della pasta ripiena romagnola per eccellenza: il cappelletto da gustare passeggiando.

Per tre giorni, il cappelletto creato ad arte dalle nostre sfogline, con la sfoglia fatta a mano, il ripieno rigorosamente di formaggio, uova e noce moscata, è stato proposto al pubblico da 10 ristoranti della città, in Piazza Kennedy a Ravenna. Così il cappelletto può essere gustato passeggiando per il centro storico ravennate, fra una chiacchiera e una capatina in negozio, fra un aperitivo e una visita ai monumenti.