- Redazione

Forlì. Si infrange contro il muro Valsugana il sogno de Le Fenici che subiscono, nella semifinale scudetto, undici mete dalle venete senza marcarne alcuna. Partono forte le ospiti che sbloccano il tabellino già al 2′ in bandierina facendo subito capire che la giornata sarà veramente dura per le BiancoRossoBlu. Il folto pubblico che affolla le tribune dell’Inferno Monti ha modo di godere di uno spettacolo interessante e, nonostante le ospiti continuino a marcare, non fanno mai mancare il loro sostegno alle padrone di casa che gettano in campo tutta la grinta possibile ed immaginabile. Il Valsugana, in forma per la finale scudetto, chiude la prima frazione marcando sette mete sul punteggio di 43 a 0. La ripresa vede il gioco calare di ritmo, ma il refrein non cambia: le padrone di casa cercano di giocare al massimo delle loro possibilità mentre le ospiti marcano quattro mete di pregevole fattura. Il finale, 0 a 71, evidenzia un divario innegabile fra le due squadre e lancia le ospiti verso la finale di Calvisano che si disputerà sabato prossimo.

FORMAZIONE
De Luca, Dera (43′ Bussei), Rovatti, Colangeli (46′ Galavotti), Bellavista, Piva (65′ Bordoni), Vetrini, Neri (68′ Mengozzi), Homedje (56′ Gardenghi), Gurioli, Castelli, Liguori (72′ Ciani), Grossi (46′ Lamberti), Castaldini (43′ Baccarani), Martins. All. Zuccherelli.
SERIE A FEMMINILE
Semifinali Scudetto

Ottima ER LUX Le Fenici – Valsugana Rugby Padova 0-71
Colorno – Villorba 34-8