- Redazione

Cervia è pronta per celebrare Giovannino Guareschi, lo scrittore che aveva scelto la nostra città come sua seconda casa,  dove trascorrere le vacanze e dove è terminata la sua vita il 22 luglio di cinquant’anni fa.

Quest’anno l’Amministrazione comunale, in collaborazione con numerose realtà del territorio, tra cui la Cooperativa Bagni di Cervia  ha deciso di ricordare questo cittadino onorario che tanto ha dato alla cultura del nostro Paese, con una serie di eventi  organizzati a ridosso dell’anniversario della scomparsa, proprio per rendere a Guareschi il giusto merito,

Il padre di Peppone e don Camillo viene ricordato come artista, come intellettuale e come uomo, spirito libero e indipendente che negli anni del dopoguerra fu spesso avversato dal mondo  politico e culturale italiano.

Negli ultimi 30 anni Cervia ha spesso  ricordato il legame con lo scrittore, anche grazie alla continua frequentazione dei figli Carlotta e Alberto. Nel 1989, per esempio, fu  allestita una mostra dal titolo “Tutto il mondo di Guareschi”. Nel ’92, inoltre, in occasione dell’ot­tantesimo anniversario della fondazione di Milano Marittima, fu intitolato a Guareschi un parco di Cer­via. Numerose altre iniziative sono state organizzate, anche grazie allo storico Renato Lombardi.

Sabato 21 luglio In occasione dell’annullo postale sarà presente anche Marco Antonioli sindaco di Roccabianca, paese natale di  Giovannino Guareschi.