- Redazione

Gli italiani amano le vacanze all’estero. Nonostante la crisi economica attraversata dal Paese negli ultimi anni, viaggiatori singoli e famiglie hanno ugualmente trovato le risorse da destinare a un viaggio di una o due settimane fuori dall’Italia. Nel corso di questi anni, ha preso sempre più piede la consapevolezza della necessità di sottoscrivere una polizza assicurativa prima di partire, soprattutto qualora la destinazione finale sia una meta tra Stati Uniti, Canada e Russia, dove i costi per le spese sanitarie sono altissimi. A seguire una lista delle garanzie indispensabili delle polizze per le vacanze.

Viaggio all’estero e sanità, oltre alla copertura delle spese mediche 

Grazie alla presenza di numerosi siti e forum che si occupano della materia dei viaggi, le tante persone che organizzano una vacanza all’estero ogni anno sono già a conoscenza della situazione sanitaria vigente nella destinazione selezionata prima di imbarcarsi dall’Italia. Per questo motivo, sono sempre meno i turisti che si fanno trovare impreparati, in riferimento alla sottoscrizione di una polizza assicurativa attraverso cui riuscire ad avere la garanzia della copertura delle spese mediche. In molti casi, però, tale garanzia non è sufficiente per trascorrere una vacanza serena. Restando nella sfera medica, l’assicurazione che si sottoscrive al momento della prenotazione del viaggio dovrebbe includere altre garanzie. Tra queste si annovera il rimpatrio sanitario, vale a dire quella procedura che consente di non dover pagare nulla qualora si renda necessario il trasferimento in Italia in caso di infortunio, malattia o morte. Un’altra garanzia è rappresentata dal prolungamento del soggiorno, grazie alla quale si riceve il rimborso delle spese sostenute per ogni giorno in più di permanenza presso la destinazione scelta come meta delle vacanze, nell’eventualità di un infortunio o di una malattia (questa pagina spiega tutto nel dettaglio) che rendano necessario il prolungamento del soggiorno. Un’ulteriore garanzia che dovrebbe essere inclusa nella polizza assicurativa è quella che fa riferimento al pagamento delle spese sostenute per il trasferimento di un familiare dall’Italia, nell’eventualità di un ricovero presso una struttura ospedaliera della città in cui ci si trova in vacanza.

Garanzia per la perdita del bagaglio 

Un soggiorno all’estero della durata di una o due settimane richiede nella maggior parte dei casi un bagaglio di grande dimensioni per ogni singolo passeggero. A differenza del trolley, che si distingue per le dimensioni più contenute, il bagaglio normale non viaggia in cabina ma in stiva. Ad oggi non è ancora stato inventato un sistema che consenta di cancellare in maniera definitiva il rischio di restare senza bagaglio al momento dell’arrivo in aeroporto. Risulta indispensabile, dunque, un’assicurazione di viaggio che includa al suo interno anche la garanzia per la perdita della valigia, a maggior ragione se si portano nel bagaglio affetti personali di un certo valore, sia economico che a livello affettivo. Anche se in passato non si è mai avuto alcun problema da questo punto di vista, l’imponderabile è sempre dietro l’angolo. Un’assicurazione ad hoc, dunque, consente di affrontare la prima parte del viaggio (volo aereo e recupero bagaglio dal nastro trasportatore) in maniera più serena.

Garanzie per un eventuale ritardo aereo e annullamento viaggio

I ritardi aerei sono frequenti in qualunque stagione, sia in inverno sia durante i mesi estivi. In alcuni casi, un aereo che parte una o più ore in ritardo rispetto all’orario di partenza previsto inizialmente può rovinare in parte o in toto la propria vacanza. Per questo motivo, avere la garanzia di essere rimborsato è tanto importante quanto indispensabile. Un discorso analogo riguarda l’annullamento del viaggio, un’eventualità neanche tanto remota quando ci si affida a tour operator la cui affidabilità non è certa al 100%. La garanzia per l’annullamento del viaggio copre anche le spese sostenute per prenotare la vacanza qualora sia lo stesso passeggero a dovervi rinunciare, a patto che il motivo sia serio. Altre due garanzie a cui prestare attenzione sono quelle che hanno per oggetto la responsabilità civile verso terzi e l’assistenza parenti presso il proprio domicilio, quest’ultima particolarmente utile per avere maggiori rassicurazioni su eventuali familiari malati o anziani rimasti a casa.