- Redazione

Cesena. La Giunta comunale ha approvato nei giorni scorsi il progetto di messa in sicurezza della frana di via Santa Lucia, la strada che collega le frazioni di Roversano ed Oriola, e di altre opere minori di difesa idrogeologica ricomprese nel territorio delle aree agricole collinari di Cesena, per un importo totale dei lavori di 240.000 euro.
“Le abbondanti piogge dei mesi di febbraio e marzo – spiegano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi – hanno causato una serie di eventi alluvionali, oltre ad alcuni movimenti franosi nelle nostre zone collinari. Ora, con questo intervento andremo a sistemare il movimento franoso avvenuto in via Santa Lucia, che ha comportato il cedimento di una semicarreggiata, collassata per circa un metro e per un fronte di circa 15 metri lineari, rendendo necessario un senso unico alternato per la circolazione dei veicoli”.
L’intervento consisterà, da un lato, nella realizzazione sulla via Santa Lucia (all’altezza del numero civico 2175) di un’opera di sostegno con pali, travi di coronamento in cemento armato e sovrastante muretto di contenimento, per tutta la lunghezza della frana. Nello stesso tempo, dal momento che l’abbassamento del terreno è dovuto allo scorrimento sotterraneo di una forte quantità di acqua, verranno realizzati anche canali drenanti per allontanare dal corpo della frana le possibili infiltrazioni improvvise di acqua nei momenti di maggiore piovosità. Il lavoro sarà poi completato dalla ricostruzione della scarpata, dal consolidamento del tratto di scarpata compresa fra il passo carraio e l’opera di sostegno, dalla regimazione delle acque superficiali e dalla posa di barriere di sicurezza (guard rail). Da ultimo, verrà ricostruita la carreggiata tramite la posa di bynder e riasfaltatura.
“Il progetto che abbiamo approvato nei giorni scorsi – proseguono Sindaco e Assessore – ci permetterà di concludere gli interventi sulle frane nel nostro territorio, chiaramente facendo una fotografia ad oggi. Sappiamo infatti che il tema della difesa del territorio dai rischi idrogeologici può essere sempre attuale, ed è un tema su cui non bisogna mai abbassare la guardia, anche e soprattutto con interventi di tipo preventivo, strutturali (quali argini, vasche di laminazione, sistemazioni idraulico-forestali, consolidamento dei versanti, ecc.), e non strutturali (introduzione di vincoli che impediscano o limitino l’espansione urbanistica in aree a rischio, pianificazione di emergenza, realizzazione di sistemi di allertamento e di reti di monitoraggio, ecc.). Su questo fronte – concludono – in questi anni ci siamo impegnati molto, e continueremo a farlo, per garantire la sicurezza dei cittadini”.

La delibera approvata prevede inoltre la realizzazione di altre opere di minore entità, sempre nelle zone comunali collinari. Nello specifico: sempre in via Santa Lucia, nella zona dell’azienda agricola Montelorenzone, verranno effetuati interventi di regimazione delle acque con il rifacimento del tombinamento di fronte al passo carraio ed un prolungamento fino ad allontanare le acque meteoriche; su via Montereale, che verrà riasfaltata nella zona della vecchia frana, sono previste inoltre opere di sistemazione dello scarico a valle con palizzata e guard rail; su via Baccareto, infine, verrà sostituito il guard rail.