- Redazione

Ravenna. alla Regione quasi 120mila euro per sostenere l’attività di promozione e valorizzazione turistica del territorio, portata avanti da 19 Pro loco del ravennate.

La soddisfazione della consigliera regionale Manuela Rontini (Pd): “Premiata la capacità progettuale e di fare rete delle nostre associazioni”

Un investimento di 400mila euro per le attività di 11 raggruppamenti di associazioni Pro Loco, con fondi messi a disposizione attraverso uno specifico bando della Regione Emilia-Romagna. Le risorse, che andranno a finanziare progetti dedicati all’animazione turistica e alla valorizzazione delle risorse naturali, ambientali, artistiche, storiche e culturali del territorio regionale, sono state deliberate nei giorni scorsi dalla Giunta.

La fetta più ingente delle risorse messe a disposizione tra tutte le Province è andata al territorio ravennate, con uno stanziamento di risorse che ammonta a quasi 120mila euro e che copre in maniera omogenea ogni parte del territorio. I progetti, che hanno come capofila le Pro loco di Marina di Ravenna (con “Ravenna d’aMare: beach, bike, birds… and beauty”, finanziato con 39.680 euro), Casola Valsenio (con la rassegna “Colorama. Festival dei colori da passeggio e assaggio. Prima edizione: bianco”, sostenuta con 40mila euro) e Cotignola (con “Viaggio ai confini del gusto e dei sapori della Romagna”, a cui vanno 39.600 euro), hanno tutti ottenuto la percentuale massima di contributo, pari all’80% delle spese.

“Questi progetti – dichiara la consigliera regionale Manuela Rontini, che si è occupata del tema fin dall’approvazione dell’apposita legge regionale, nel marzo 2016 – contribuiscono ad animare e rendere ancora più attrattive le nostre località, che si tratti della riviera, dell’entroterra o dell’appennino. Anche quest’anno le Pro loco ravennati che hanno partecipato al bando hanno dimostrato ottima capacità progettuale, disponibilità a lavorare in squadra e a fare rete. La Regione continuerà a sostenere quelle realtà che, come le Pro loco, si impegnano con generosità per rendere più bello il nostro territorio, organizzando momenti di aggregazione appetibili sia per i residenti, che per i turisti”.