- Redazione

Il 13 e 14 otobre volontari in piazza in Piazza a Ravenna e Forlì.
Il volontariato di protezione civile, le Isttuzioni e il mondo della ricerca scientica si impegnano insieme per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Il 13 e 14 otobre volontari e volontarie di protezione civile allestranno punt informatvi “Io non rischio” nelle principali piazze italiane, per di ondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concitadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.
Il cuore dell’iniziatva – giunta quest’anno all’otava edizione – è il momento dell’incontro in piazza tra i volontari format e la citadinanza.

L’edizione 2018 coinvolge oltre 3.400 volontari e volontarie appartenent a 32 realtt associatve, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tute le regioni d’Italia.
“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartmento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Isttuto Nazionale di Geoisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Isttuto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Isttuto Nazionale di Oceanograia e di Geoisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il iume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autoritt di Bacino del iume Arno, CamiLab-Universitt della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Isttuto di ricerca per la Protezione idro-geologica.

Sabato 13 e domenica 14 otobre , in contemporanea con le altre citt in tuta Italia, anche FORLI partecipa alla campagna “Io non rischio”.
Per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio terremoto e maremoto l’appuntamento è in Piazza Saffi.

A Ravenna in piazza del Popolo, dalle 10 alle 18, in contemporanea con altre piazze in tutta Italia, i volontari dell’associazione RC Mistral partecipano alla campagna con un punto informativo “Io non rischio” allestito per incontrare la cittadinanza, consegnare materiale informativo e rispondere alle domande su cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio alluvione.