- Redazione

Cervia. 100 opere negli spazi del Magazzino del sale di Cervia e 20 nelle vetrine dei negozi di Viale Roma (per il progetto “Viale Roma si fa Galleria”) formano la mostra dal titolo “Aspettando Dante Alighieri. Il Purgatorio”. I due percorsi espositivi, che inaugurano il 12 ottobre con la performance dal titolo “Il Purgatorio dei salinari”, mostrano le opere realizzate da 34 artisti che hanno partecipato alla XVII edizione del “Festival delle arti” di Cervia.

Inaugura il 12 ottobre alle 18,30 la mostra diffusa dal titolo “Aspettando Dante Alighieri Il Purgatorio”, una raccolta di opere tra pittura, mosaico, ceramica e scultura, firmate da 35 artisti tra quelli che hanno partecipato al “Festival delle arti”, la kermesse estiva che ogni anno invade con decine di artisti il Porto canale di Cervia.
Aperta fino al 23 ottobre la mostra diffusa, alla 17^ edizione, espone circa 120 opere realizzate con tecniche espressive e abilità estetiche che rimandano al pensiero e alla personalità degli artisti stessi.
Oltre 100 opere sono esposte nei bellissimi spazi del Magazzino del sale Torre e 20 dipinti sono invece ospitati nelle vetrine dei negozi di viale Roma, il viale principale che collega il centro di Cervia al mare, nell’ambito del progetto “Viale ROMA si fa GALLERIA 2018”,

La mostra è un momento importante per gli autori che hanno prestato il proprio gesto artistico al pubblico di Cervia durante l’estate. Da tutta Italia, in giugno, sono infatti sbarcati nella città di mare, pittori, scultori, ceramisti, mosaicisti, che hanno lavorato per tre giorni nella suggestiva piazza dei Salinari sul Porto Canale, trasformata per l’occasione in un grande “atelier a cielo aperto”.
Il tema che questi artisti hanno indagato quest’anno, il Purgatorio, pone al centro della ricerca, quei canti di Dante che raccontano infiniti aspetti delle debolezza umana. Nel Purgatorio transitano anime con l’intento di trasformare la loro presenza in quel luogo, in un momento di espiazione per raggiungere il paradiso. Molte le analogie con la vita di adesso dove l’indecisione e il continuo stravolgere e deformare la realtà ingannano le persone regalando loro l’idea di vivere in una bolla.

Espongono: Paola Alboni, Paolo Ancarani, Alexandra Denise Baglio, Massimo Baldini, Irene Balducci, Marcella Belletti, Patrizia Budini, Eliseo Calcinari, Silvana Cardinali, Davide Caprili, Barbara Casabianca, Cristian Cimatti, Livio Lodovico Cupioli, Roberta Dallara, Emilio di Pasquantonio, Fausto Ferri, Laura Gamberini, Nives Guazzarini, Claudio Irmi, Gabriele Lombardi, Mauro Magri, Davide Manzoni, Mascia Margotti, Luciano Medri, Francesco Panetta, Fabrizio Pavolucci, Paolo Placci, Dina Polidori, Gregorio Prada Castillo, Fabia Ravaioli, Elvira Riviezzo, Laura Rondinini, Gloria Tabanelli, Paola Tassinari, Yuri Tosi.
Negozi che ospitano le opere: C. Parrucchieri, Cartolibreria Serena, Centro Scampoli, Dolce Amaro, Gelato Goloso, La Lunetta, Optique S.N.C., Ottica C.O.S, Ovs Kids, Parrucchieri Fabiola & Massimo, Piccolo Bar, Profumo Di Lavanda, Taxi Boutique.

In occasione dell’inaugurazione mercoledì 12 ottobre alle 17, va in scena la performance dal titolo “”Il Purgatorio dei salinari” del collettivo Elena Butmalai, Lorena Ghinelli, Fausto Ferri, Fabrizio Pavolucci e Gregorio Prada Castillo. La location scelta è la strada presso il Magazzino del Sale di Cervia: a terra un libro da leggere e i versi di Dante sul pavimento che si trasformano in un sentiero per condurre lo spettatore all’interno del Magazzino. Nei fatti, chi lo desidera, può contribuire a realizzare l’opera riportando alcuni brani del Purgatorio di Dante nello spazio tra il canale e il muro del magazzino, seguendo le linee suggerite dagli artisti. Lo spettatore/lettore diventa, insieme agli artisti, scrittore e protagonista dell’evento, ripercorrendo con i propri passi il percorso fino all’ingresso del Magazzino, metafora delle porte del Purgatorio nell’aldilà.
L’intero evento è realizzato con il contributo di: Comune di Cervia, Club Del Sole, Ifa, Nadep.