- Redazione

Il Pilates deve le sue origini all’impegno profuso da Joseph Pilates nei primi anni del ‘900, quando iniziò a delineare quelle che sarebbero diventare le tecniche di allenamento tanto apprezzate ai giorni d’oggi. Scopo principale di tali esercizi il rafforzamento generale della muscolatura del corpo e il miglioramento della postura.

Ai benefici per la muscolatura e per la postura si uniscono la riduzione di ansia e stress e un’azione benefica contro il mal di schiena. Miglioramenti sono previsti anche per quanto riguarda la regione addominale, che risulterà più tonica e scolpita.

Tra gli attrezzi indispensabili per la pratica del Pilates sono senz’altro il tappetino, il cosiddetto Mat, attraverso il quale sarà possibile eseguire gli esercizi in maniera più confortevole e comoda.

Altro attrezzo molto utilizzato è la FitBall, la cui dimensione (solitamente un diametro tra i 45 e i 75 cm) deve essere scelta con cura in base alla propria altezza. Esiste anche una versione più piccola, la Soft ball, più morbida e dalle dimensioni variabili tra 22 e 26 centimetri.

Il Roller o rullo è un attrezzo molto leggero, molto utilizzato negli esercizi di PilatesMatwork e quindi particolarmente indicato per la loro esecuzione a casa.

Il Reformer detto anche Universal Reformer racchiude in un unico strumento le possibilità di differenti attrezzi. Si tratta di un carrello che silenziosamente scorre su ruote con cuscinetti a sfera sopra guide metalliche, trattenuto da cinque molle di resistenza differente, inserito all’interno di una struttura particolare detta frame o cornice, che ricorda per le sue dimensioni un letto con le sue testate e i montanti laterali. Sopra il Reformer si può lavorare in maniera dinamica coinvolgendo tutti i gruppi muscolari in tutte le posizione (eretta, supina, prona, in decubito laterale, seduta e in ginocchio).

Un ultimo attrezzo che non può mancare è il Magic Circle, detto anche Ring, viene di norma impiegato in programmi di rinforzo muscolare, nelle sessioni di Mat work (ginnastica a corpo libero) o in abbinamento con l’Universal Reformer. Si presenta come un cerchio metallico di circa 40 centimetri di diametro provvisto di impugnature laterali. L’utilizzo di quest’attrezzo permette di comprendere a fondo il ruolo dei vari gruppi muscolari e consente di aumentare la difficoltà di esecuzione, differenziando livelli e capacità.

Tuttavia, soprattutto per chi ha problematiche alla schiena o per le donne in gravidanza avanzata, dove l’ingombro del feto potrebbe ostacolare l’esecuzione dell’esercizio, è sempre bene rivolgersi a una persona esperta per eseguire gli esercizi per una supervisione, oltre ad aver deciso insieme con il proprio medico la giusta strategia. A tal proposito vi consigliamo di contattare la palestraMelitea Benessere di Forlimpopoli, oppure la Palestra Centro Motus di Forlì, o infine New Pianeta Fitness a Cesena.