- Redazione

Cervia. Un solo fendente avrebbe ucciso l’uomo assassinato a Cervia dal figlio minorenne. Il padre sarebbe infatti deceduto in seguito ad una copiosa emorragia provocata da un solo colpo di coltello, che avrebbe colpito una arteria principale. Ricordiamo che  il colpo sarebbe stato inferto con un coltello da cucina dal figlio 14enne. Il giovane  stava giocando con un fratello quando improvvisamente nel gioco sarebbe saltato fuori un coltello, e  il padre sarebbe intervenuto per dividere i due ragazzi, e proprio lì il ragazzo avrebbe inferto il colpo. Il giovane affetto da disturbi psichiatrici, si troverebbe ora in una comunità terapeutica, per questo è probabile che il giudice  autorizzi la perizia psichiatrica, come richiesto dall’avvocata della difesa Sandra Vannucci. La perizia avrebbe lo scopo di accertare la non imputabilità del giovane che per ora è accusato di Omicidio Aggravato e si trova agli arresti.