- Redazione

Micosi inguinale, imparare a riconoscere e prevenire la micosi degli sportivi!

Se la chiamano micosi degli sportivi, ci sarà un motivo: questo perché si parla di un’infezione da funghi che viene spesso contratta in luoghi specifici come le palestre e le piscine. Più in generale, la micosi tende infatti a colpire in particolar modo quando si frequentano dei posti dove i livelli di caldo e di umidità sono molto elevati e per un motivo molto semplice: i funghi come i miceti, insieme ad altri batteri, virus e micro-organismi, amano gli habitat con queste caratteristiche e tendono a proliferare con maggiore forza, andando ad aumentare di riflesso i rischi per chi non segue certe accortezze. Le infezioni micotiche, di conseguenza, risultano particolarmente diffuse tra gli sportivi: soprattutto se si parla degli uomini e soprattutto quando si tratta di forme come la micosi inguinale. Questa patologia, che attacca le pieghe inguinali, è ad esempio diffusa anche e soprattutto fra gli appassionati di bicicletta!

Come si sviluppa e quali sono le cause

Il fungo responsabile delle micosi appartiene alla famiglia dei miceti, ed è normalmente presente sulla pelle di tutti noi. Di solito è innocuo perché inattivo, ma può farsi molto aggressivo quando si manifestano le condizioni ambientali adatte per la sua proliferazione (il caldo e la già citata umidità corporea). Dato che l’inguine è una delle zone che tende più di tutte ad accumulare umidità, non deve stupire l’alto rischio al quale vengono sottoposti gli sportivi.

Il sudore, infatti, alza fortemente il tasso di umidità corporea: se la pelle non riesce a respirare, ad esempio per via di una “barriera” prodotta da tessuti sintetici, allora l’umidità si accumula fino a causare un’infezione. Allo stesso modo, attenzione anche a non asciugarsi male o poco, poiché in questo modo può aumentare il rischio contrarre questa infezione. Per quanto riguarda i sintomi della micosi inguinale, questa è facilmente distinguibile in quanto si presenta attraverso arrossamenti e gonfiore delle zone affette, generalmente accompagnati da un forte prurito.

Come prevenire la micosi e le altre infezioni

Quando si frequentano luoghi come le palestre, la prevenzione viene sempre prima di ogni altra cosa. Innanzi tutto, conviene sempre proteggersi a partire dai piedi, indossando le ciabatte negli spogliatoi e nelle docce, ed evitando di usare gli accappatoi altrui per evitare la trasmissione dell’infezione. Naturalmente è sempre il caso di asciugarsi con cura le aree più a rischio, come le pieghe dell’inguine e delle ascelle, insieme agli interstizi fra le dita.

Quando si fa sport, è inoltre importante ricordarsi di indossare dei vestiti traspiranti, compreso l’intimo, stando attenti, nel caso si pratichino allenamenti in piscina, a cambiandosi il costume il prima possibile. Può sembrare strano, ma anche i detergenti possono aiutare a sviluppare le infezioni micotiche in luoghi a rischio! Quelli aggressivi infatti possono indebolire la pelle alterandone i livelli di pH, favorendo quindi la proliferazione di funghi e batteri. Per chi va in palestra, inoltre, è consigliabile usare delle calzature traspiranti, sempre per una questione di dissipazione dell’umidità corporea. Infine, non dimenticate di buttare tutto in lavatrice e per igienizzare i vestiti ad alte temperature!

In palestra e nelle piscine dovrebbero mettere un cartello con scritto “attenzione alla micosi”: seguendo questi consigli, il vostro inguine vi ringrazierà!